COME ASSOCIARSI

SE SEI UN MEDICO È VUOI RICHIEDERE LA TUA ISCRIZIONE AL GIST CLICCA QUI E SEGUI LA PROCEDURA

CERCA MEDICI ASSOCIATI

SE CERCHI UN MEDICO ASSOCIATO A GIST CLICCA QUI PER VEDERE TUTTI GLI ASSOCIATI PER REGIONE

CERCA METODICHE

SE SEI INTERESSATO AD UN TRATTAMENTO O VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA PER CERCARE IL TRATTAMENTO CHE TI INTERESSA

LUCE PULSATA


LUCE PULSATA

Luce pulsata ad alta intensità
La fotoepilazione a luce pulsata ad alta intensità è un sistema sicuro ed efficace per l'eliminazione permanente e progressiva dei peli superflui. Il sistema può essere usato per eliminare i peli superflui da diverse parti del corpo, per pelli appartenenti a diversi fototipi.

Come funziona?
La zona da epilare viene percorsa da uno shot di luce che é poco assorbito dalla cute, mentre nella radice pilifera si trasforma in calore e viene assorbito dalla melanina, distruggendo i bulbi piliferi e ostacolando la ricrescita del pelo. Soltanto i peli in fase di ricrescita possono venir distrutti con questo sistema. Dato che i peli non crescono contemporaneamente, bisognerà mettere in conto che occorrono varie sedute per distruggerli tutti man mano che crescono.

Come si svolgono le sedute?
Prima di tutto la zona da epilare viene rasata, dopo di che l'operatore applica sulla parte un gel che evita il surriscaldamento dell'epidermide. Il tempo necessario per il trattamento dipende dalla densità dei peli e rimane comunque sempre molto breve. Alla fine della seduta si applica una crema lenitiva. Al trattamento fa seguito la comparsa di un lieve rossore, che scompare nell'arco di qualche ora.

Il trattamento successivo viene eseguito dopo 3-4 settimane dal primo a seconda della zona trattata. Il numero di sedute necessarie per coprire il ciclo pilifero varia notevolmente da una zona all'altra e da una persona all'altra; normalmente vanno messe in conto 4/8 sedute per ottenere un'epilazione definitiva.

Ci sono delle controindicazioni?
Il trattamento è controindicato nei seguenti casi:

Pazienti in gravidanza
Pazienti facenti uso di medicinali che vietano l'esposizione ai raggi solari con gamma da 515 a 1200nm.
Pazienti con pelli abbronzate di tipo III, IV e V.
Pazienti con pelli di tipo VI.
Pazienti diabetici
Pazienti con precedenti cicatrici cheloidee

Il trattamento è doloroso?
Quando viene emesso uno shot, i pazienti avvertono gradi differenti di fastidio. Alcuni descrivono una sensazione di puntura mentre altri la paragonano allo schiocco di un elastico. E' possibile avvertire una sensazione di bruciore che può persistere fino ad un'ora dopo il trattamento.

La maggior parte dei pazienti adulti e giovani riesce a tollerare questo fastidio, tuttavia alcuni possono avere bisogno di un anestetico in crema.


Luce ultrapulsata per il fotoringiovanimento

Sia le gioie che lo stress giornalieri, come il semplice scorrere del tempo, tendono ad invecchiare la vostra cute. Le macchie dell'età e le macchie solari sono maggiormente visibili sul volto. Mentre numerosi trattamenti, dalle semplici creme alle più significative tecniche chirurgiche, consentono di migliorare diverse imperfezioni cutanee, i dermatologi e i chirurghi plastici hanno sempre ricercato e inseguito un significativo miglioramento dei risultati con bassi rischi collaterali e senza sequele post-operatorie.

Al contrario, molti trattamenti convenzionali possono trattare una sola imperfezione alla volta, comportando un lungo ricovero, una considerevole sofferenza e in aggiunta il rischio di svariati effetti collaterali.

Il fotoringiovanimento con IPL è una metodica non invasiva che rimuove le lesioni cutanee senza interruzione della superficie cutanea stessa, quindi, senza perdita di tempo per i pazienti. La luce pulsata ad alta intensità (IPL) può trattare simultaneamente una vasta gamma di lesioni del volto, attenuando in tutta sicurezza capillari, alterazioni cromatiche, segni dell'età, lentiggini, chiazze pigmentate e rosacea.

Cosa si intende per luce pulsata ad alta intensità?
La tecnologia con luce pulsata ad alta intensità è un trattamento in grado di attenuare una varietà di lesioni cutanee benigne, quali imperfezioni cutanee del volto, i segni dell'invecchiamento, le voglie della nascita, i peli superflui, le piccole antiestetiche lesioni venose ed altri difetti.

Si tratta di una metodica sicura non invasiva che può essere adattata alle vostre condizioni individuali ed ai vostri fototipi. Questa nuova procedura è chiamata fotoringiovanimento.

Come si esegue tale metodica?
Viene applicato un gel freddo sulla cute del paziente in corrispondenza dell'area da trattare; sia l'operatore che il paziente stesso devono indossare degli occhiali di protezione. La luce pulsata ad alta intensità è trasmessa attraverso un piccolo cristallo di quarzo purissimo alloggiato in uno speciale manipolo sostenuto a pochi millimetri dalla vostra pelle dalla mano esperta del vostro medico.

Quando viene eseguito uno shot potete avvertire un pizzicore simile allo schiocco di un elastico. Può essere applicata una crema anestetica per uso topico, ma raramente viene utilizzata. Il trattamento viene esteso ogni volta a tutto il viso per ottenere un aspetto migliore ed omogeneo. Il trattamento viene generalmente condotto in un arco di sedute, cosi da fornire risultati a lungo termine, senza effetti collaterali e con buona soddisfazione dell'operatore e del paziente. Ogni trattamento richiede all'incirca 20 minuti.

Perché sono necessarie più sedute?
In base alla varietà delle condizioni cutanee ed alla gravità delle stesse, di solito è necessario un ciclo di 5-6 sedute. Il trattamento non richiede ricovero o convalescenza; normalmente potete ritornare immediatamente al lavoro, riprendendo le vostre usuali abitudini di vita.

Suddividendo l'intero ciclo in diverse sedute, la metodica consente un graduale miglioramento delle condizioni cutanee con rischi di effetti collaterali assai bassi e senza la cosiddetta "perdita di tempo" (no downtime) che i pazienti apprezzano particolarmente.

Come comparare gli altri trattamenti al fotoringiovanimento?
Mentre ci sono laser che trattano lesioni rosse, altri lesioni marroni ed altri ancora che vengono usati per il resurfacing cutaneo, nessuna tecnologia fornisce un miglioramento cutaneo nel colorito e nella struttura dell'epidermide come il fotoringiovanimento a base di IPL - il tutto senza sconvolgere minimamente le vostre abitudini di vita giornaliere.

Quali condizioni possono essere trattate?
Lesioni da esposizione solare e da fotoaging
Larghi pori, macchie scure ed altre imperfezioni o anomalie del volto possono essere migliorate alla loro comparsa o successivamente, ridonandovi un aspetto giovanile. La tecnologia IPL rigenera sia lo strato cutaneo superficiale che quello profondo , ridonando freschezza al volto tramite il rilascio di calore nella profondità del tessuto. Dopo una serie di trattamenti, variabile da paziente a paziente potete vedere una significativa riduzione delle pigmentazioni indesiderate e la cute appare più liscia e rivitalizzata. Lo stesso trattamento può essere utilizzato con efficacia sul collo, sul decolletè e sulle mani.

Lesioni vascolari benigne, vene e capillari
Il volto possiede una fitta rete di venule e arteriole denominate capillari. Con il tempo l'invecchiamento, i traumi, l'esposizione solare ed alcuni fattori o abitudini di vita, provocano la rottura dei suddetti capillari determinando la formazione di chiazze o macchie rossastre sul volto (rosacea, couperose, capillari). La tecnologia IPL è in grado di migliorare tali lesioni, con scarsi effetti collaterali ridonando lucentezza alla cute.

La rosacea
La rosacea si manifesta con lesioni rossastre legate ad una dilatazione dei vasi sanguigni e ad un cronicizzarsi del flushing. Può inoltre essere responsabile di bolle e/o di pustole lungo il naso e sulle guance. La tecnologia IPL può trattare tali manifestazioni con successo, senza causare spiacevoli effetti collaterali alle strutture cutanee circostanti, riducendo gli episodi di flushing e fornendo risultati efficaci a lungo termine.


Condividi nei social network   
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network